Fondazione Passaré | Incontri Passarè: Equlibridi. Dal calzino al Missile di Ernesto Jannini
Ernesto Jannini, Incontri Passaré, Giulio Calegari, discussione, arte, Milano
21635
single,single-post,postid-21635,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.4,vc_responsive
 

Incontri Passaré

Ernesto Jannini
Incontri Passaré, Ernesto Jannini, Giulio Calegari, Equilibridi

Incontri Passaré

Siamo arrivati all’ultimo appuntamento di quest’anno per Incontri Passaré, vi aspettiamo giovedì 20 dicembre per una chiaccherata con Ernesto Jannini e Giulio Calegari.

Equilibridi. Dal calzino al Missile

Una lunga storia che parte dai primi anni Settanta fino ad oggi, dall’ironico modellato dei calzini alle operazioni nel sociale con il gruppo degli Ambulanti alla Biennale del 1976. Sperimentazioni continue di materie, teatro e filosofia. Un viaggio continuo nel corpo vivo della cultura, con interrogazioni profonde e grande ironia.
“Le cose che apparentemente sembrano distanti” – afferma l’artista – “devono poter convivere in un nuovo equilibrio; anche se si tratta di un equilibrio stridente, o che tende all’ibrido. Per questa ragione, creando un neologismo, io parlo di equilibridi: cioè equilibri fluttuanti, sistemi provvisori che approdano al paradosso di una stasi in movimento.”


ERNESTO JANNINI (Napoli 1950)
Ha studiato pittura all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Artista e teorico per alcuni anni è stato attore con la Libera Scena Ensemble di Gennaro Vitiello. Nel 1976 partecipa alla Biennale di Venezia con il gruppo degli Ambulanti. Nel 1990 è nuovamente presente alla Biennale di Venezia con una sala personale. É stato invitato al Festival Texitgestaltung di Linz, alla galleria Flaxman di Londra, alla galleria De Zaal di Delft, al Museum Industrielle Arbeitswet di Steyr, allo Spazio Borsalino di Parigi e di Alessandria, alla Kunsthaus Tacheles di Berlino, all’Istituto di Cultura italiana di Copenaghen, alla galleria La Giarina di Verona e in numerosissime altri spazi espositivi tra cui il MAGA di Gallarate, Il Castel dell’Ovo di Napoli. Ha vinto il Premio Lissone 2000. Dal 2006 collabora con il Teatro Arsenale e poi col Teatro Pacta nell’ex CRT di Milano. Le sue opere compaiono in musei e collezioni private. Scrive su Juliet Art Magazine, Exibart, Artestetica, Sdefinizioni. Ha pubblicato: Esperienze di un ambulante (Laveglia, Salerno 1981); Silos Silenzio. Scritti teorici. (Edizioni Studio Noacco di Chieri, 1991); Gabbie Celesti (Lalli Editore, Poggibonsi 1997); Ernesto Jannini, Catalogo antologica al MAGA di Gallarate con scritti di E. Di Mauro, R. Barilli, M. Sciaccaluga. (Editore A. Parise, Verona 2004); Equilibridi (Editore Matteo di Dosson, 2007); “Palestre di vita. Omaggio a Gennaro Vitiello”, editore Ombre Corte 2017.